1436762693

 

Polo di Ricerca ed Innovazione: perché?
Il Polo di Ricerca ed Innovazione sulle tecnologie del mare ed ambiente marino (Polo DLTM) nasce nel settembre 2011, a seguito di un bando appositamente pubblicato dalla Regione Liguria allo scopo di ottimizzare l’aggregazione delle competenze attive nel campo delle “Tecnologie Marine” sul territorio e renderle maggiormente fruibili alle imprese liguri.

Ne fanno parte anche:

Il Distretto Ligure si è quindi candidato con successo ad ente gestore del Polo sulle Tecnologie del Mare, portando in dote un ampio bacino di imprese ed esperienza diretta nella gestione del processo di creazione del link ricerca-impresa, maturata nei primi anni di attività.

L’attività del Polo DLTM si è quindi concentrata sulla progettazione e sviluppo di azioni ascrivibili a 4 linee di intervento principali:

  1. Supporto alla progettualità cooperativa di Ricerca ed Innovazione o Formazione, a valere su bandi regionali, nazionali e comunitari;
  2. Realizzazione di un sistema di laboratori Cooperativi di ricerca attivi sui settori fondanti dell’Economia del Mare e messa in rete dei laboratori esistenti sul territorio ligure;
  3. Pianificazione ed erogazione di percorsi di formazione Specialistica post Laurea e realizzazione di una Scuola Internazionale sulle Tecnologie Marine;
  4. Attivazione di un pacchetto di servizi avanzati alle imprese, erogati a “sportello”, su richiesta (Sportello Innovazione);

 

Le azioni intraprese dal Polo DLTM vanno ad integrare, in modo sinergico e complementare, l’attività del Distretto Ligure, incrementandone l’influenza in ambito regionale, nazionale e comunitario su due settori portanti quali Ricerca e Formazione.

 

1. Supporto alla progettualità cooperativa di R&S e Formazione

L’obiettivo di questa attività è quello di far divenire realtà un processo inedito di messa in sinergia di imprese, Università e Centri di Ricerca, per favorire il consolidamento delle reti relazionali. Questa linea di azione, risponde alla mission di supportare il tessuto territoriale ad accrescere il proprio potenziale innovativo anche attraverso un migliore uso delle opportunità di sostegno pubblico.

In quest’ottica, il Polo DLTM supporta gli associati nella partecipazione a bandi nazionali ed europei per il finanziamento di attività di Ricerca, Sviluppo Sperimentale o Formazione, fornendo:

  • Indicazioni sulle principali opportunità attive e relative condizioni di partecipazione;
  • Sostegno alla creazione della partnership necessaria alla partecipazione al progetto, agevolando l’incontro tra aziende associate aventi attività complementari e fornendo contatti con partner internazionali del Polo;
  • Supporto nella definizione dell’idea progettuale e nella predisposizione della modulistica necessaria alla partecipazione ai bandi;
  • Gestione del progetto in corso d’opera (Project management e rendicontazione);
  • Interazione, per conto dei partner coinvolti, con gli enti valutatori e di monitoraggio per tutto il corso del progetto.

L’adesione al Polo DLTM garantisce, quale requisito necessario, la partecipazione a specifiche opportunità di finanziamento previste dalla Regione Liguria. 

 

2. I Cooperative Research Labs (CoRe Labs)

A seguito di un’attenta analisi delle necessità in ambito di innovazione dei soci, il Polo ha avviato la costituzione di tre laboratori tematici Cooperativi, quali luogo di incontro e scambio tra i ricercatori scientifici ed industriali (Open Innovation) e ambito prioritario per lo sviluppo di percorsi specialistici di alta formazione post laurea.

  • HPC Lab: High Performance Computing
  • NAVE Lab: Misura, Progettazione e Simulazione Navale
  • MARE Lab: Monitoraggio Ambientale e ricerca sugli ecosistemi

 

Ai tre laboratori partecipano attivamente i soci del Distretto, aziende, università ed enti di ricerca; i tre lab costituiscono di fatto un unico ecosistema, viste le strette correlazioni vigenti tra le attività oggetto di ricerca. 

 

Fig. 1: Il sistema di laboratori cooperativi del DLTM

 

3. Scuola Internazionale delle Tecnologie Marine

Il progetto intende creare un ambito di collaborazione dove i detentori di competenze collaborano su progetti di formazione condivisi. La Scuola Internazionale di Tecnologie Marine, in conformità alla politica europea di “Smart Specialization” e di “Clustering” delle risorse, vuole realizzare un punto d’incontro tra tre mondi di solito debolmente correlati: Industria, Istruzione/Formazione e Ricerca al fine di:

  • condividere la conoscenza e lo stato dell’arte dei tre mondi
  • ottenere indicazioni sulle esigenze formative delle imprese
  • promuovere attività di formazione moderne ed efficaci creando sinergia tra industria, università, enti di ricerca e Sistema di Istruzione/Formazione

 

Scopri di più >>

 

4. I servizi alle Imprese e lo “Sportello Innovazione”

Lo sportello innovazione si configura come un “contenitore” di servizi da offrire alle PMI, mirato in primis all’incremento dell’accesso alle opportunità di finanziamento a livello nazionale e comunitario (con particolare riferimento al nuovo programma quadro Horizon 2020), tramite operazioni di scouting delle call, predisposizione di partnership distrettuali e matching tra imprese, supporto all’internazionalizzazione.

Lo sportello si propone inoltre come il punto di incontro tra domanda di innovazione delle imprese aderenti, e offerta, in termini di servizi innovativi, messa a disposizione dalla rete di laboratori cooperativi degli associati al Polo ed in particolare dai CoRe Labs, includendo anche il servizio di accesso “a tempo” ai software di calcolo ad alte prestazioni (“Software as a service – SaaS “) disponibili su tecnologia HPC Cloud.

Il Polo DLTM può inoltre mettere a disposizione proprio personale per il supporto delle imprese nella fase di predisposizione e presentazione delle proposte progettuali per la partecipazione a bandi a livello nazionale e comunitario, oltre che per il project management e rendicontazione a progetto approvato ed in corso. 

 

Scopri di più >>

 

 

 

torna all'inizio del contenuto